Seleziona una pagina

Sebbene i media riportino giornalmente informazioni inerenti agli attacchi informatici, molti di questi eclatanti e a danno di enti istituzionali, la stragrande maggioranza della popolazione e, dato ancora più preoccupante, la maggior parte delle aziende sono disinformate o hanno una conoscenza davvero minima dei rischi ai quali sono esposte.

Gli ultimi attacchi hanno portato danni economici ingenti alle aziende ma soprattutto hanno acuito il rischio del possibile blocco delle attività essenziali come quelle fornite dalle infrastrutture sanitarie o energetiche.

Il problema è diventato di portata tale che non poteva essere più ignorato a livello governativo.

È stato quindi stabilito un protocollo ed è nata la Strategia Nazionale di Cybersicurezza, al fine di rendere più sicuro il mondo della comunicazione digitale con un piano che prevede l’implementazione di misure di sicurezza tra il 2022 e il 2026.

Tra i fondamentali, la protezione dei dati personali dei cittadini nell’utilizzo dei servizi digitali forniti dalle pubbliche amministrazioni, la prevenzione o comunque la mitigazione di eventuali attività cyber offensive e il
coordinamento tra gli enti pubblici ed i privati al fine di dare una pronta risposta in caso di eventi “Cyber” ostili.

Nel frattempo alcune aziende private , al passo con i tempi, sono corse ai ripari per salvaguardare la protezione dei dati personali dei propri utenti, rivolgendosi agli specialisti del settore al fine di installare difese
che fossero costantemente aggiornate e soprattutto adeguate alle minacce provenienti dalla rete informatica.

Altre aziende hanno vagliato ulteriori misure, oltreché quelle della protezione digitale attraverso l’intelligenza artificiale, investendo nella formazione dei propri dipendenti attraverso corsi specifici.

Per tutte quelle aziende all’interno delle quali non vi è ancora una chiara definizione dei ruoli di responsabilità per la protezione informatica dei dati personali, è consigliabile rivolgersi ad un’azienda specializzata in
Cybersicurezza.

Share This

Share this post with your friends!