Riteniamo necessario fornire qualche chiarimento e delucidazione alla luce dei recenti episodi di cronaca giudiziaria che ci hanno visti protagonisti passivi: un caso di grave infedeltà lavorativa, che la nostra azienda ha direttamente denunciato, consegnando i responsabili alla giustizia.

In primis è doveroso precisare che i responsabili erano, purtroppo, dipendenti che la nostra azienda, dal febbraio 2018, per effetto della clausola sociale prevista dalla normativa vigente, si è trovata ad ereditare, da un precedente appalto in carico alla Società Sipro attiva nel settore della vigilanza privata (nel frattempo sottoposta, per ragioni di difficoltà economica, ad amministrazione straordinaria da parte del Ministero per lo Sviluppo Economico).

Già dal marzo/aprile del 2018 Unisecur s.r.l attraverso la formalizzazione di denunce-querele alla Guardia di Finanza di Frascati ha segnalato i comportamenti anomali tenuti dai dipendenti poi destinatari dei recenti provvedimenti di arresto, collaborando attivamente con l’autorità giudiziaria nello svolgimento delle indagini.

Unisecur è parte lesa in questa spiacevole vicenda giudiziaria e si costituirà parte civile nel futuro processo penale a carico dei dipendenti arrestati.

Confidiamo che la giustizia faccia il suo corso; da parte nostra continueremo ad operare con la serietà e professionalità che da sempre ci contraddistingue, rassicurati anche dalle parole del Procuratore aggiunto di Roma dott. Paolo Ielo che ha elogiato il coraggio della nostra denuncia.